L'editoriale di Nanni Anselmi
Per il Bene (Comune) di Milano
Quando le logiche di apparato vincono il bisogno di rinnovamento civico
Pubblicato: 20/03/2013 09:40:00

MILANO - Ora più che mai il dovere di ogni amministratore della cosa pubblica è quello di agire sempre, in ogni istante del proprio mandato con il cuore e la ragione rivolti al perseguimento di un unico obiettivo: l’attuazione concreta del Bene Comune dei cittadini che lo hanno eletto sia come loro rappresentante in una assemblea comunale, regionale, nazionale , sia direttamente alla guida di una città o regione. Pertanto le azioni di coloro che ci governano dovrebbero rispondere ai principi fondamentali della trasparenza, chiarezza dei fini e immediata efficacia per la comunità.
Queste linee di comportamento devono essere accompagnate da un metodo di lavoro altrettanto comprensibile ai più e se possibile condiviso dalla maggioranza degli amministrati. Al netto di valutazioni politiche e di logiche di appartenenza ai partiti, ormai definitivamente sepolte.
Qui non si vuole assolutamente sostenere il ritorno a desuete forme di assemblearismo movimentista, incompatibili con le esigenze di velocità e decisione rapida oggi ormai definitivamente acquisite anche dalla politica.
Il massimo rispetto va pertanto alla sfera legittima e intangibile di autonomia decisionale propria di chi assume in sé la massima responsabilità di governo di una città, di una Regione o di uno Stato.
Tuttavia, riferendosi al caso della città di Milano, appare legittimo chiedersi perché decisioni organizzative di primaria importanza per la comunità meneghina, quali la composizione della Giunta di governo, effettuate meno di 24 mesi fa, oggi siano state in larga misura smentite da un rimpasto (orribile parola da Prima Repubblica) che lascia aperti molti interrogativi, sia di natura politica che di scelta di profili professionali adeguati.
Il 10 giugno 2011 si insediava una Giunta che si può definire storica.
Dopo 17 anni finalmente il Centrosinistra allargato al fondamentale contributo del civismo riconquistava Palazzo Marino. Sei donne e sei uomini molti dei quali fuori dai partiti, di solido profilo professionale, di riconosciuta indipendenza e autonomia di pensiero.
Alla guida un Sindaco capace, esperto, educato e popolare.
Un largo credito nel progetto politico, capace finalmente di mobilitare forze entusiaste e valori civili, una convinta fiducia verso nuove forme di partecipazione della cittadinanza alla vita politica della città.
Questi i valori e i messaggi trasmessi da quella Giunta. Questo il cantiere politico che veniva proposto a modello per l’Italia.
Oggi un brusco risveglio: quelle scelte a volte rischiose ma innovative, quel modello organizzativo, quelle autonomie, alcune figure professionali di grande rilievo e consenso tra i cittadini spariscono nella confusione, nella incredulità generale e senza alcuna chiamata alla condivisione dei cittadini.
Senza una motivazione convincente e articolata della scelta, senza una comunicazione trasparente, convincente e condivisa, primi elementi costitutivi del Bene Comune.
Rimangono macerie di civismo seppellite sotto logiche di apparato che privilegiano grigi burocrati a personalità forse scomode, forse ingombranti, forse inesperte, ma fortemente volute dalla città e dotate di testa pensante.
Nel momento in cui tra mille difficoltà, sembra iniziare un percorso davvero nuovo per la politica nazionale, testimoniato dalle recenti nomine alle presidenze di Camera e Senato, davvero dispiace che proprio a Milano il vento arancione del rinnovamento civico, si sia mestamente trasformato in un gelido spiffero di corridoio e di segreterie oscure e perdenti.

di Nanni Anselmi

Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact