Dopo elezioni: il lavoro dell'opposizione
Il Pd evita la resa dei conti dopo il ko ma dice no al gruppo unico a sinistra
Martina: Vogliamo tenere aperto il Patto civico, vogliamo valorizzare la funzione di Ambrosoli protagonista
Pubblicato: 05/03/2013 11:03:00

MILANO  - Era il primo momento ufficiale dopo la sconfitta. La prima analisi, dopo il doppio “ko” elettorale. Ma la Direzione regionale del Pd, che ieri sera ha discusso per più di tre ore sul responso arrivato dalle urne, ha rimandato la rivoluzione ai vertici al congresso che il prossimo settembre — o prima se la situazione a livello nazionale dovesse precipitare — dovrà rinnovare i dirigenti. Nessuno scossone. Non ora: la priorità sono altreelezioni, quelle amministrative in Comuni di peso come Brescia, Sondrio, Lodi, che ci saranno a maggio. Le tensioni che dietro le quinte agitano il partito non sono esplose del tutto. Nessuno, tra i Democratici, ha chiesto esplicitamente le dimissioni di Maurizio Martina. E lui, il segretario regionale che comunque in autunno chiuderà qui la sua fase di regista del Pd lombardo, non si è presentato dimissionario. Offrendosi di guidare la transizione verso il congresso.
Il clima, raccontano, era più quello di una seduta di autocoscienza che di una direzione politica. In ogni caso, non è finita qui: ci saranno altri incontri, dopo quello nazionale di domani. Ad affrontare, con una lunga relazione, il voto è stato proprio Martina. Che dice: «Abbiamo condiviso un’impostazione: d’ora in poi si apre una fase nuova che ci dovrà portare al congresso e che dobbiamo utilizzare per approfondire molto bene la prospettiva e l’agenda del Pd in Lombardia ». Il segretario, per ora, rimarrà lui. Sul voto, nonostanteabbia sottolineato quello che è mancato — «abbiamo pagato l’election day, la difficoltà a parlare ai ceti produttivi, idee che volevano essere concrete e non a effetto » — ha rivendicato «il valore della proposta che abbiamo fatto sia per il candidato sia per il “Patto civico”». Proprio il comitato promotore, composto di “saggi” come Bassetti e da esponenti di associazioni, tornerà a riunirsi venerdì. Anche in vista delle prossime amministrative, la volontà è quella di continuare a farlo vivere: «Vogliamo tenere aperto il Patto civico, anzi dovremo allargarlo facendo in modo di coinvolgere anche le forze che non sono rappresentate in Consiglio regionale. E vogliamo riconoscere e valorizzare la funzione di Ambrosoli come protagonista », spiega Martina. Come? L’avvocato, a caldo, aveva lanciato l’idea di un gruppo unico Pd-Lista civica al Pirellone. Ma la decisione presa in queste ore è di “moltiplicare” in qualche modo le poche forze: due gruppi. È una scelta anche tattica, per gestire meglio l’aula. Proprio oggi, glieletti del Pd si ritroveranno per un primo punto al Pirellone. E, nonostante non verrà deciso subito, in pole position per il ruolo di capogruppo ci sono sia Fabio Pizzul sia il renziano Alessandro Alfieri. «Adesso — continua Martina — Maroni deve sapere che la nostra opposizione sarà decisa: su molti fronti, come la macroregione o quello del 75 per cento delle tasse, ci deve dire come farà a tramutare gli slogan in fatti».
Cerca di rimettersi in piedi, il Pd. Ma la sconfitta brucia. Molti hanno dato la colpa alla situazione nazionale. Per altri, la proposta del Pd in Lombardia non è stata abbastanza forte. Per qualcuno sono mancati i numeri della sinistra radicale. «Ma l’errore gigantesco — dice un renziano come Gabriele Messina - sarebbe pensare che siano gli italiani a non averci capito: così si continuano a regalare voti a Grillo». Per la capogruppo in Comune Carmela Rozza «non è stata una Direzione che ha voluto scaricare le responsabilità su qualcuno e basta. Adesso cerchiamo di capire cosa è successo per ripartire».

Fonte: la Repubblica Milano
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact