Elezioni Regione Lombardia
Ambrosoli e l’Agenda Lombardia dieci giorni per il sì al programma
Pressing dei partiti: “Acceleriamo”. Il Pd: lavoro al primo posto
Pubblicato: 10/01/2013 07:58:00

MILANO - LE linee guida verranno lanciate sabato quando, dal palco del teatro Dal Verme, partirà il rush finale di Umberto Ambrosoli. Anche se il programma, quello vero, è stato promesso tra dieci giorni. Nascerà dalla sintesi tra le varie proposte: quelle dei partiti, dei gruppi di esperti che il candidato ha messo al lavoro, quelle che arriveranno dalla gente sulla piattaforma informatica creata ad hoc. Ma, adesso, è la richiesta che arriva dalla coalizione, bisogna accelerare. Bisogna iniziare il prima possibile a rendere concreta l’immagine della «nuova Lombardia». E passare, allo stesso tempo, alla “fase 2” della strategia: contrattaccare per smontare — rilanciando con le idee — «le balle padane», per dirla con il segretario regionale del Pd Maurizio Martina.
Quello che, d’ora in poi, diventerà il mantra del centrosinistra lo detta Ambrosoli. E lo fa spiegando la diversità degli schieramenti in campo: «La differenza non è neanche più tra destra e sinistra, ma tra il vecchio e il nuovo di chi ha la capacità di aprirsi alla società e contribuire al cambiamento portando un modello di responsabilità verso il bene comune ». Ed è proprio la “sua” visione di Regione che, adesso, dovrà essere tradotta in quel programma che è stato al centro, prima, di una riunione del Patto civico, poi, del tavolo con i partiti. Per stilare i punti su cui costruire la campagna, i vertici si moltiplicheranno. Con un obiettivo: correre.
È quello che si augura Andrea Di Stefano. Che dice: «La campagna è oggettivamente in ritardo, ma mi auguro che venga definito al più presto il programma. Sarà il minimo comune denominatore della coalizione. Questa sarà una sfida all’ultimo voto da vincere con le proposte concrete». Quali? «Lavoro, reddito minimo garantito, la salute intesa come anche difesa dell’ambiente e del territorio. Dimostreremo come la demagogia leghista ha ingannato i ceti popolari ». Il giornalista economico, dopo le primarie, sarà capolista della formazione che riunisce Federazione della sinistra, Alba, e ha l’appoggio del movimento di Ingroia: «Etico a sinistra, per un’altra Lombardia», è il nome. È il primo simbolo (sparisce la falce e ilmartello, spunta un grande cuneo rosso che gioca con rimandi al costruttivismo militante degli anni ‘20 e alla cultura pop) e sono i primi nomi presentati ufficialmente: dal giornalista Maso Notarianni a Enrico De Alessandri, dipendente della Regione sospeso nel 2009 per aver scritto un libro su Cl, dall’ex consigliere regionale del Prc Luciano Muhlbauer a Nello Patta, dall’avvocato Serena Cernecchi a Giorgio Riolo di “Punto Rosso”. Oggi arriveranno altri nomi, quelli dei capolista della formazione civica di Ambrosoli. A Milano, in prima fila, ci sarà l’assessore Lucia Castellano. La vicesindaco Maria Grazia Guida, invece, dovrebbe essere capolista al Senato per il movimento diBruno Tabacci.
Il lavoro e l’occupazione sono in cima alle priorità di Sel. Insieme «al diritto alla salute e alla necessità di rivedere il costo dei ticket, il reddito minimo garantito, lo stop al consumo di suolo». Anche il segretario regionale Franco Bordo dice: «Adesso ci aspettiamo che la candidatura di Ambrosoli entri maggiormente nel vivo del progetto». E lavoro è il punto fondamentale per il Pd: «Concentreremo tutti i nostri sforzi sull’occupazione e sul rilancio delle imprese, a partire da una riorganizzazione degli incentivi », spiega Martina. Che attacca: «Maroni tenta di vendere ai lombardi l’ennesima patacca sulle tasse: noi non venderemo illusioni ».

di Alessia Gallone


 

Fonte: La repubblica milano
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact