Elezioni regionali
Ambrosoli: la Lombardia rilancerà l’Italia
Attacca Albertini ("proposta debole") e Maroni ("Ci isolerà dal mondo")
Pubblicato: 07/01/2013 07:55:00

MILANO -  La corsa prenderà avvio ufficialmente sabato, dal teatro Dal Verme: da quel palco, Umberto Ambrosoli lancerà la “fase 2” della sua campagna elettorale, che ruoterà attorno alle linee guida del programma per la Lombardia. E il candidato del centrosinistra parte all’attacco degli avversari. Della proposta «debole» di Gabriele Albertini: «Si accontenta di dire che ha fatto bene il sindaco e che la benedizione di Monti gli basta». Ma anche di quella di Roberto Maroni, che rischia di «isolare» la regione «dall’Europa e dal mondo ». Perché il leader del Carroccio «propone di vincere in Lombardia per tentare il colpo di una macroregione del Nord a trazione leghista per regolare i conti con quella Roma nella quale la Lega è stata partito di governo (e Maroni stesso ministro) senza alcun risultato utile per i cittadini lombardi e nella quale avrà in futuro una presenza molto risicata». E i grillini? Anche in questo caso, l’avvocato rivendica un progetto più incisivo: «La loro meritevole proposta di legalità, diritti e trasparenza contro Formigoni è sicuramente meno radicata dellanostra». La macchina organizzativa è in moto e anche il “laboratorio” del programma è al lavoro. Perché, dice Ambrosoli, oltre alla «precondizione di governare bene, con competenza e specchiata onestà», ci sono i grandi «nodi»: «La salute e il benessere dei cittadini, il lavoro e l’impresa, la scuola e il sistema formativo, la mobilità ». Un percorso da costruire nei territori e con i cittadini». E questa è anche una risposta alle considerazioni lanciate dall’esperto di comunicazione politica Alessandro Amadori che, in un’intervista a Repubblica, ha invitato tutti a fare uno scatto in una campagna sottotono. C’è una «novità radicale » per il candidato al Pirellone: il Patto civico. Proprio qui, in una consiglio regionale in cui «ancora siedono alcuni nominati di Diocleziano e in cui le funzioni istituzionali sono finite nel cestino». Un’esperienza avviata con la Milano di Pisapia, che per Ambrosoli deve diventare anche qualcosa in più: «Un’offerta politica per il Paese». L’avvocato rilancia: quella che si giocherà in Lombardia — dall’esito delle urne, per la legge elettorale, «dipenderà la governabilità del Paese» — è una doppia sfida, una doppia «responsabilità ». E la Lombardia deve tornare a trainare l’Italia: «La ripresa ricomincia da qui, da un territorio che fa un quarto del Pil italiano e che ha bisogno di una classe dirigente dedita agli interessi generali per riprendere il necessario dialogo tra istituzioni, imprese e mondo del lavoro». Lo sviluppo sarà una parola d’ordine. A cominciare da un obiettivo: «Chiudere la crisi non con provvisori trucchi finanziari ma riprendendo il filo della produzione di ricchezza e della generazione di benessere comune attraverso politiche per l’inclusione sociale».

di Alessia Gallone

Fonte: Repubblica milano
Commenti:
commento di Giampaolo Bertuletti - Parigi lasciato il 07/01/2013 alle 09:04
Buongiorno, ... ed aggregare, intorno al votro Progetto Civico (da che avete cominciato voi ad utilizzare la parola CIVICO, ci si sono buttati sopra in tanti) tutte quelle persone oneste che possono contribuire a rompere quella catena di relazioni cielline-partitiche-mafiose e ricostruire una Lombardia operosa ed onesta. Cordialmente Giampaolo PArigi
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact