Elezioni regione Lombardia
Ambrosoli sfida sul programma, la road map fa discutere
Via al sito web ma crescono le richieste: “Definiamo i temi”
Pubblicato: 27/12/2012 16:36:00

MILANO - È un primo piccolo passo ufficiale: domani, al massimo sabato, sarà online la piattaforma web per “Umberto Ambrosoli presidente”. Un sito il più interattivo possibile per consentire la massima partecipazione con i cittadini, promettono dallo staff. Il dominio è pronto, ne va solo testata la funzionalità. Il debutto su Internet come modo — anche — per non dare l’impressione che la macchina del centrosinistra, dopo il successo delle primarie regionali, si sia ingolfata.
Del resto le ultime settimane sono state vissute a ritmi altissimi. Mentre i giorni seguenti alla vittoria di Ambrosoli, tra il riposo e le feste natalizie, non hanno prodotto particolari novità. Per questo c’è chi scalpita: come l’altro candidato alle primarie, Andrea Di Stefano, arrivato secondo, che infatti ha scritto allo stesso Ambrosoli e al coordinatore del Patto civico, il sindaco di Lecco Virginio Brivio, allegando una bozza dilinee organiche del programma, focalizzate su economia e ambiente. «Ritengo indispensabile iniziare un approfondimento sui temi programmatici della coalizione. In particolare, è urgente un confronto sull’approccio con il quale riteniamoche si debba impostare una visione per il futuro della Regione. Senza alcuna ambizione di fabbriche del programma o simili, che non ci possiamo permettere per motivi di tempo, è indispensabile decidere se un determinato approccio siacondiviso o meno». Il fatto è che, invece, la linea tracciata da Ambrosoli segue l’ordine inverso: prima la presentazione di un documento politico per la costruzione della coalizione al quale le varie forze dovranno decidere se aderire o meno, poile liste e infine — solo alla fine — il programma vero e proprio. I tempi saranno questi: documento iniziale entro il 7 gennaio, definizione dei candidati entro l’11, messa a punto del programma di lì a una settimana. Non di più.
Nel frattempo in questi giorni il Pd presenterà il proprio contributo al programma — proprio come fatto da Di Stefano — che verterà soprattutto sull’analisi della situazione economica della Regione. «In più abbiamo due date in ballo per la seconda metà di gennaio, quando organizzeremo gli Stati generali dell’economia - annuncia il segretario democratico Maurizio Martina - Sarà un momento utile di confronto tra il mondo del lavoro e quello delle imprese: ragioneremo su come attirare nuovi investimenti, prenderemo in esame casi e modelli che altrove hanno funzionato».
(m. p.)
 

Fonte: repubblica milano
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact