Elezioni Regione Lombardia
Ambrosoli si allarga al centro “Per vincere non basta la sinistra"
Con lui anche Gherardo Colombo e Ermanno Olmi
Pubblicato: 16/11/2012 08:41:00

MiLANO - PER vincere? «Non basta la sinistra », è la versione Ambrosoli. Partecipare? «Mai con Maroni, piuttosto restituisco la tessera del Pdl», è la versione Albertini. Perché, partendo da posizioni diverse e ragionando su situazioni diverse, entrambi i candidati convergono, inevitabilmente, al centro, con un corteggiamento che sembra solo agli inizi, ma già sta creando maldipancia notevoli.
È Umberto Ambrosoli, dopo aver incassato il via libera della coalizione del centrosinistra a trasformare le primarie del 15 dicembre in una consultazione civica, a mettere ancora alla prova i partiti. «L’Udc e gli altri devono essere ascoltati e forse accolti, se ci sono punti di contatto: il mondo della sinistra non è abbastanza per vincere, rischiamo una sconfitta. Se parliamo di solidarietà, diritti, lavoro e impresa penso siano linguaggi che appartengono sia alla parte moderata che alla parte ortodossa della sinistra »: così ieri mattina spiegava a Radio Popolare la sua convinzione di non volersi chiudere in un recinto, raccontando anche della sua «discreta diffidenza» verso le tessere, ma precisando, poi, che con il via libera alle primarie civiche «i partiti sono stati capaci di raccogliere il sentimento diffuso dell’esigenza non di togliersi di mezzo — sono fondamentali e ce lo ricorda la Costituzione — ma di lasciarsi affiancare e andare insieme verso un obiettivo comune, necessario e urgente ». Una correzione di rotta nonsufficiente per tutti, nel Pd in Sel (Chiara Cremonesi, capogruppo uscente in Regione, sottolinea: «I partiti, o almeno quelli che ci piacciono, sono civici per loro natura » e Pippo Civati ironizza su «chi è civico e chi è politico»). A strappi e ricuciture, comunque, sembra che il percorso del centrosinistra stia trovando un suo assestamento, con la prima riunione del Comitato civico, che deve organizzare la giornata di consultazioni, fissata per domani. Un tavolo allargato, quello delle regole, in cui la candidata Alessandra Kustermann chiede «il cinquanta per cento di donne» e che dovrà, in fretta, dare le linee guida per far partire la macchina organizzativa.
Ambrosoli che, a differenza di altri candidati, non aveva ancora iniziato a raccogliere le firme, lo farà in questi giorni, anche se le adesioni — tante quelle di persone comuni — stanno arrivando nel suo studio da tutte le province, grazie a iniziative di improvvisati supporter locali. Nomi dispicco, in questi elenchi, ce ne sono diversi: Gherardo Colombo, Ermanno Olmi, Giulio Giorello, Adolfo Ceretti, per dirne alcuni, che si aggiungono alle adesioni arrivate da Virginio Rognoni, Giulia Maria Crespi, don Virginio Colmegna e molti altri che hanno già dato all’avvocato la disponibilità ad impegnarsi per lui, che ieri il suo diretto competitor Gabriele Albertini attaccava sotto il profilo dell’inesperienza. «Io ho fatto il sindaco per nove anni e l’eurodeputato per sette, ho una certaesperienza, lui deve improvvisare », la stoccata.
Ma ancor prima di lanciarsi in tenzoni con Ambrosoli, Albertini deve risolvere i problemi nella sua parte politica. Ieri, alla sua minaccia di restituire la tessera del Pdl nel caso il suo partito dovesse appoggiare il leghista Roberto Maroni, rispondeva serafico il coordinatore regionale azzurro Mario Mantovani: «Non serve restituire la tessera, basta non rinnovarla ». C’è aria di resa dei conti nel centrodestra, con l’ex sindacoche tira dritto nel suo proposito di candidarsi senza passare per le primarie e una larga fetta dei vertici pidiellini impegnati a cercare convergenza sull’ex ministro degli Interni, per salvare l’alleanza con la Lega e ridurre la debacle che, sondaggi alla mano, si profila nella (finora) roccaforte lombarda. La guerra di nervi, poi, si accentua per le incertezze sulla data della tornata elettorale, visto che solo oggi dovrebbe arrivare la decisione definitiva.
 

di Orianna Liso

Fonte: la Repubblica Milano
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact