Registro delle coppie di fatto: già arrivate 46 prenotazioni
Completata l’agenda del primo giorno: 18 unioni, di cui solo 4 gay.
Al via la corsa per riconoscere le "unioni civili basate su vincolo affettivo"
Pubblicato: 11/09/2012 13:28:00

MILANO - Registro delle coppie di fatto già arrivate 46 prenotazioni L'ufficio del registro delle unioni civili
Sarà un debutto da tutto esaurito, quello del registro delle unioni civili. Le iscrizioni partiranno tra una settimana esatta. Ma, dopo il primo giorno di prenotazioni, Palazzo Marino ha già completato l’agenda del prossimo martedì: saranno 18 le prime coppie di fatto milanesi (di queste 4 sono gay) che si registreranno al momento dell’esordio. Perché è partita la corsa. E, in poche ore, agli uffici dell’Anagrafe sono arrivate 207 tra telefonate e mail: richieste di informazione, soprattutto. Ma anche 46 appuntamenti già fissati nel corso di tutta la settimana per ricevere quell’attestato che renderà effettiva la loro «unione civile basata su vincolo affettivo».

Eccoli, i primi a voler comparire in quel registro che così tante polemiche aveva sollevato. Con una maggioranza di coppie (i due terzi circa: 31 su 46) eterosessuali e 15 omosessuali. Un risultato che soddisfa l’assessore ai Servizi civici Daniela Benelli: «Questi dati riflettono una realtà, quello che statisticamente sta già avvenendo in città. Testimoniano che questo era un provvedimento utile per i cittadini e che non riguardava soltanto gli omosessuali».

È stato Paolo Hutter, l’ex consigliere comunale di Milano ed ex assessore a Torino, a bruciare tutti: vent’anni, due mesi e 22 giorni dopo aver officiato in Piazza Scala il simbolico matrimonio tra dieci coppie gay, insieme al suo compagno Paolo Oddi sarà il primo che si iscriverà al neonato registro. Un debutto un po’ speciale a cui parteciperanno Daniela Benelli («Alla prima coppia regalerò personalmente dei fiori», dice) e il suo collega di giunta, l’assessore ai Servizi sociali Pierfrancesco Majorino. Anche lui, adesso, festeggia le prime prenotazioni. E dice: «Questi numeri sono la smentita di tutti coloro che, per mesi, ci hanno spiegato che ci occupavamo di una questione inutile».

Chi deciderà di far parte di una unione civile avrà parità di trattamento da parte del Comune per una serie di materie di competenza dell’amministrazione. A cominciare dai bandi del welfare. Ed è ancora Majorino a spiegare: «Nelle prossime settimane adegueremo tutte le delibere per il sostegno al reddito: le coppie di fatto che vorranno partecipare dovranno essere iscritte al registro. Questo servirà anche per i controlli».

E di diritti e unioni civili si è discusso anche alla proiezione del film 'Bella addormentata' di Marco Bellocchio offerta da Palazzo Marino (300 i posti messi a disposizione gratuitamente al cinema Anteo). Al centro della discussione, naturalmente, c’è la vicenda di Eluana Englaro e la volontà del Comune di aprire un altro registro, quello di fine vita. Ma lo stesso Bellocchio ha commentato: «Sento molto anche la campagna per le unioni civili. Al mio tempo non mi sarei sposato se ci fosse stata una legislatura che avesse tutelato la mia compagna». È stato ancora Majorino, invece, ad assicurare: «Al registro del testamento biologico ci arriveremo di sicuro, entro questo mandato», ha detto.

Ma, adesso, tutta l’attenzione è puntata sul palazzo dell’Anagrafe di via Larga: secondo piano, stanza 231. È qui che da martedì prossimo firmeranno le prime 46 coppie di fatto. E tutto è pronto. Qualche curiosità: in quella che era una stanza dedicata alle riunioni rimangono appesi alle pareti due grandi quadri di tema religioso ('Padre eterno in gloria' e 'Cristo assunto in cielo', i titoli) di un pittore del tardo Seicento, Gaetano Dardanone. Non solo: in una cornice c’è anche la copia del certificato di matrimonio di Alessandro Manzoni. Che sia di buon auspicio?, ha sorriso qualcuno. Le prenotazioni continueranno per tutta la settimana. Via telefono (in 150 lo hanno già fatto il primo giorno) e via mail (57). Al via, non sono mancate le richieste di informazioni da altri comuni dell’hinterland. E qualcuno, compresi due pensionati, si è presentato di persona.

di Alessia Gallone

Fonte: la Repubblica Milano
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact