Una protesta dai cittadini
Piazza Giulio Cesare, una delle più belle piazze di Milano sta per essere trasfigurata,
Perché le regole devono valere soltanto per i comuni cittadini?
Pubblicato: 22/05/2012 09:07:00

Si, perché il 27 gennaio 2010 La regione Lombardia ha dichiarato “di notevole interesse pubblico” e posto sotto tutela paesaggistica una serie di viali e di piazze “di forte effetto scenico, che rappresentano elementi di forte caratterizzazione della Milano ottocentesca.., per il loro notevole valore sia storico-urbanistico, che paesaggistico. Obiettivo: salvaguardarle e valorizzarle sia nella struttura complessiva che negli specifici elementi urbanistici e architettonici che li contraddistinguono”.
Bene! Come residenti in una delle aree poste sotto tutela, Piazzale Giulio Cesare, abbiamo salutato con piacere le nuove normative, anche se molto rigide. Certo, ci siamo detti, non ci consentono neanche di aprire un piccolo lucernario nelle nostre mansarde, peccato! Ma non importa, se questo serve a salvaguardare una delle più belle piazze di Milano, per il suo disegno architettonico, per l’equilibrio degli edifici sapientemente disegnati in simmetria, per l’elegante spazio aperto che valorizza la splendida fontana delle quattro stagioni, capolavoro di Lorenzo Gerla, che campeggia nel centro. Un gioco di perfette coerenze. Ne vale la pena!
Poveri illusi che eravamo!
Il vincolo, emesso quando la muraglia di case del nuovo complesso residenziale Citylife stava prendendo ormai forma, alterando in modo abnorme l’armonioso equilibrio della piazza, non ha impedito a questi signori, nella loro protervia, di andare oltre, concependo un progetto che si appropria della piazza, un bene pubblico, per farne l’entrata al loro quartiere. Non più una piazza, ma un viale con filari di alberi ad alto fusto in cui la fontana sarà affondata in una specie di recinto di granito, tutto angoli e spigoli, in completo disaccordo con l’attuale andamento curvilineo delle aiuole, disegnate così perché fossero in armonia con la disposizione ad anfiteatro delle architetture circostanti. Prospettive cancellate e concezione originaria radicalmente stravolta.
Il vincolo recita: “Conservazione dell’originario impianto urbanistico e del disegno storico delle piazze, mantenimento dei parterre centrali, della visuale prospettica, dei rapporti percettivi edifici-spazio pubblico….” insomma, degli elementi di unicità di una piazza simbolo della sapiente progettazione urbanistica dei nostri antenati.
Ma allora, come è possibile che un organismo come la Soprintendenza, che dovrebbe tutelare tutti i gioielli della nostra Milano e del nostro Paese, un organismo che sottopone a un calvario di permessi qualsiasi richiesta di modifica presentata da comuni cittadini, si sia inchinata ai grandi interessi immobiliari dando parere positivo a un progetto che è un vergognoso sopruso, uno schiaffo alla normativa vigente!

Dopo anni di abbandono speravamo in un progetto che restituisse la piazza alla città. Sia alla precedente amministrazione che a quella attuale avevamo presentato un progetto che, applicando alla lettera le prescrizioni del vincolo, rende l’area circostante alla fontana uno spazio più vivibile e fruibile per tutti, pur nel rispetto della storia e dell’estetica. Un progetto a costo zero.
La risposta dell’attuale assessore all’urbanistica di fronte alle nostre proteste? Fate causa alla Soprintendenza! Ma il vento non doveva cambiare? Noi ci avevamo creduto!
Chiediamo che non venga cancellato un altro pezzo di Milano degno di essere tramandato alle future generazioni, chiediamo di non abbassare la testa di fronte all’ennesimo sopruso in dispregio agli interessi collettivi e alle leggi vigenti.

Flavia Cavaler
Emanuela Fasoli
Luisa Rigobon

Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact