Expo 2015
Al via "Mi coltivo"
Orti didattici per i bambini per una corretta alimentazione
Pubblicato: 23/03/2012 11:02:00

Milano, 22 marzo 2012 - I giovani milanesi chiedono spazi verdi, imparare a coltivarli e "a riconoscere un cavolo da un broccolo", ed Expo 2015, assieme alla Fondazione Riccardo Catella risponde con "Mi Coltivo", la prima iniziativa nata dall'accordo firmato dalle due realtà "per lo sviluppo di modelli positivi da esportare anche a livello nazionale".
Questo progetto si rivolge ai bambini, anzi, è stato ispirato, come hanno confessato gli stessi organizzatori, da un loro disegno, e si propone di favorire la corretta e sana alimentazione attraverso l'esperienza degli orti didattici. Per il momento se ne prevedono due, negli istituti comprensivi Renzo Pezzani e Italo Calvino: la trasformazione dei cortili interni alle strutture scolastiche in veri e propri orti sarà accompagnata da un programma per la cura e la manutenzione delle piante che coinvolgerà, oltre agli alunni, anche le famiglie e l'intero quartiere, a partire dai consigli di zona. Expo conta di esportare tale modello didattico anche fuori Milano eleggendolo a best practice nazionale in tempo per il 2015.
La seconda area di intervento del progetto punta al coinvolgimento di più gradi scolastici, dalla scuola di infanzia alla scuola secondaria di secondo grado, attraverso attività scolastiche ad hoc per ogni età e interesse. Ciascun alunno, trovandosi di volta in volta nel ruolo di visitatore, ortista, commerciante o gestore, potrà imparare come coltivare un orto ma anche come ben nutrirsi o come organizzare una azienda alimentare o gestirne la comunicazione. L'associazione non profit Mix Milanoper offrirà oltre 20 professionisti della divulgazione che avranno un occhio particolare anche per il tema dell'integrazione: le ricette e le piante di tutto il mondo renderanno "Mi coltivo" un progetto multiculturale.

Con l'accordo firmato tra Expo e la fondazione, oltre ad un sito internet ad hoc per il progetto, compreso di blog, nasce anche l'idea di creare una rete vistuosa di enti non profit che, unendosi ai gia' presenti, tra cui L'Amico
Charly, permettano una diffusione del tema Expo più ampia possibile. Molto soddisfatto l'amministratore delegato di Expo Giuseppe Sala che ha sottolineato due pregi del progetto: l'importanza di "partire dall'infanzia per diffondere buone pratiche alimentare" e, per il 2015, quella di "scegliere compagni di viaggio che funzionino". In questo caso la Fondazione Riccardo Catella.

Fonte: da"il Giorno"
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact