Un "ponte" sulla città
Le Commissioni Consiliari
Spunti di riflessione per definire il ruolo del Movimento Milano Civica
Pubblicato: 06/12/2011 12:34:00

Le commissioni consiliari sono nate per organizzare al meglio il lavoro del Consiglio Comunale, garantendo una particolare competenza nella trattazione di tematiche specifiche ed un intervento della cittadinanza nella vita politica locale.

Nell’organigramma del Comune di Milano, allo stato, sono costituite 17 commissioni consiliari con competenze specifiche in ambito di:

-Affari Istituzionali

-Bilancio, Patrimonio, Tributi

-Pari Opportunità

-Casa , Demanio, Lavori Pubblici

-Expo

-Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca

-Urbanistica , Edilizia Privata

-Mobilità, Ambiente, Arredo Urbano, Verde

-Commercio, Attività Produttive, Turismo, Marketing Territoriale Cultura Moda Design

-Benessere, Qualità della Vita, Sport e Tempo Libero

-Sicurezza e Coesione Sociale, Polizia Locale, Protezione Civile e Volontariato

-Politiche Sociali e Servizi per la Salute

-Referendum approvati, Iniziativa Popolare, Digitalizzazione, Trasparenza, Agenda digitale

-Verifica e Controllo Aziende a Partecipazione Comunale

-Area Metropolitana Decentramento e Municipalità , Servizi Civici

-Educazione, Istruzione

Ogni commissione ha diversi compiti:

  • approfondisce i problemi relativi ad un particolare settore;
  • esamina ed esprime pareri su iniziative e proposte che saranno poi discusse ed eventualmente approvate dal Consiglio Comunale;
  • vigila sulle attività degli uffici e delle Aziende del Comune.

Ogni commissione è formata da un certo numero di consiglieri scelti dal Consiglio Comunale in modo da rispettarne, in proporzione, la composizione politica; viene utilizzato, a tal proposito, lo stesso criterio elettivo delle commissioni parlamentari.
Le commissioni eleggono, tra i propri componenti, un Presidente e un Vice Presidente.
Ogni commissione si rapporta in materia di competenza ad un assessorato, con il cui ufficio intrattiene una via preferenziale di confronto sulle problematiche di settore e sui provvedimenti da prendere.
Le sedute delle commissioni consiliari sono aperte a tutti i cittadini, così garantendo l’informazione alla cittadinanza e l’eventuale intervento della stessa con mozioni e proposte.

Le commissioni sono, a mio avviso, un’applicazione importante del principio di sussidiarietà, previsto dall’art. 118 della Costituzione (principi di sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione) e sostenuto con vigore dalla normativa e giurisprudenza europea.

Il principio di sussidiarietà può essere analizzato sotto un duplice aspetto:

 

  • in senso verticale: la ripartizione gerarchica delle competenze deve essere spostata verso gli enti più prossimi al "Cittadino" e, pertanto, più vicini ai bisogni del territorio:le recenti deleghe normative agli Enti Locali, i.p. Province e Comuni ne sono un esempio ed un’applicazione chiarissima
  • in senso orizzontale: il  "Cittadino", sia come singolo sia attraverso  "Corpi intermedi", deve avere la possibilità di cooperare con le istituzioni nel definire gli interventi che incidano sulle realtà sociali a lui più prossime: è questo il caso delle Commissioni Consiliari, in cui la cittadinanza, con le forme della partecipazione diretta e dell’audizione, può proporre progetti, porre all’attenzione problematiche inerenti la comunità cittadina, etc…

I movimenti politici, quali il Movimento Milano Civica ed anche le associazioni culturali possono essere un utilissimo ponte fra cittadini ed istituzioni locali, in ossequio al predetto principio di sussidiarietà.
Possono costituire anche un “filtro di competenza”, che trasferisca le esigenze dei cittadini o di gruppi di cittadini in forme più corrette e complete da un punto di vista politico e giuridico.

Questo è il nostro ruolo: ascoltare le esigenze della società civile e trasferire le stesse all’interno delle commissioni consiliari che a loro volta le trasferiranno agli organi comunali competenti.
Ciò, a maggior ragione in considerazione della capillare presenza delle due consigliere elette con il Movimento Milano Civica in commissioni consiliari di assoluta preminenza.

Sarebbe una buona idea che i fondatori del nostro Movimento Milano Civica si suddividessero per competenze personali e professionali e monitorassero l’attività delle commissioni consiliari, quantomeno quelle più importanti, segnalando particolari esigenze dei cittadini o di gruppi di cittadini e chiedendo quindi audizioni in caso di proposte concrete o problematiche di particolare importanza.

Ilaria Li Vigni

avvocato in Milano













 

Commenti:
commento di Ilaria Li Vigni lasciato il 01/02/2012 alle 19:19
Tra le Commissioni Consiliari che stanno lavorando vi è quella relativa al tema delle parità che, sotto la guida di Anita Sonego, Presidente della stessa, ha istituito tavoli su salute, consultori e lavoro. I gruppi di lavoro si incontrano, con regolarità, circa due volte al mese e a breve sarà organizzato un incontro corale dei gruppi. A marzo, inoltre, in una pubblica assemblea si affronteranno le tematiche studiate all'interno dei gruppi
Ebook_antonucci
Comunicati stampa
25/03/2015 23:31 - LAVORO AGILE. UNA GIORNATA SPECIALE IN 300 UFFICI DA MILANO A CATANIA
25/03/2015 23:30 - SALUTE. FARMACIE COMUNALI APERTE PER ESAMI GRATUITI AI MILANESI
25/03/2015 23:30 - AMBIENTE. IL COMUNE ADERISCE ALL’INIZIATIVA “EARTH HOUR”
23/03/2015 21:30 - CONSIGLIO COMUNALE. DIMEZZATO IL NUMERO DELLE BENEMERENZE CIVICHE
23/03/2015 21:29 - MILANO. PISAPIA: "GRAZIE A CHI MI HA ESPRESSO STIMA E APPREZZAMENTO"
Mostra tutti i comunicati
I nostri link
Tag cloud
Cerca negli articoli
Mailing list
Rss
Movimento Milano Civica
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact